Header image      
header image 2  
   

 
 
 
 
 


“Attraverso la musica possiamo vagare nel tempo
e trovare amici in ogni epoca”

H. Thomson

 

 

Sabato 10 dicembre - ore 21.00 - Sala Consiliare – Canove
Concerto del pianista Elia Cavedon
Musiche di Beethoven, Schumann, Liszt
Seguirà un piccolo rinfresco

 



Cari amici,
siamo lieti di invitarvi al consueto
concerto prenatalizio del ponte dell’ Immacolata, che avrà luogo sabato 10 dicembre in Sala Consiliare a Canove alle ore 21.00.
Protagonista della serata il giovane e talentuoso pianista Elia Cavedon, che intepreterà alcune delle più belle e virtuosistiche pagine di Beethoven, Schumann e Liszt .

Questo concerto conferma l’attenzione che l’associazione culturale di Roana rivolge ai talenti che, pur molto giovani, annoverano già numerosi successi nella loro carriera di musicisti.

Elia Cavedon nasce a Milano nel 1995, e inizia lo studio de pianoforte all'età di 11 anni sotto la guida del Mo Gaetano Lorandi, per poi iscriversi all'Istituto Musicale Veneto città di Thiene e in seguito al liceo linguistico con sperimentazione musicale A. Pigafetta di Vicenza, dove segue i corsi di pianoforte dei Maestri Alessandra Fabio e Diego dal Santo, e dove vince la borsa di studio "Miglior studente dell'indirizzo musicale".
Dopo aver conseguito la maturità linguistica, nel 2014 si iscrive al triennio accademico presso il Conservatorio di Musica A. Pedrollo di Vicenza, entrando nella classe del Mo Riccardo Zadra.
Contestualmente affina con passione la sua preparazione seguendo svariati corsi di perfezionamento con importanti Maestri, tra i quali Stefania Neonato, Roberto Prosseda, Alessandra Maria Ammara, Boris Berman, John O'Connor, Benedetto Lupo e Alessandro Drago.
Si esibisce sia come solista, sia in formazioni cameristiche in molteplici eventi organizzati dal Liceo A. Pigafetta e dal Conservatorio di Musica A. Pedrollo, oltre che in numerosi concerti nel vicentino.

NOTE SUL PROGRAMMA
La settima sonata per pianoforte, in re maggiore, è una composizione a quattro movimenti del primo Beethoven, a conclusione dell'op.10 in cui erompono i toni audaci dello slancio giovanile, che tuttavia ben si fondono con un tormento sempre presente dietro le quinte della composizione, rendendola quasi un'opera tragicomica.
Si prosegue con i klavierstucke D946 di Franz Schubert, tre "pezzi per pianoforte" che si riallacciano alla dualità emotiva beethoveniana, enfatizzandola ulteriormente grazie alla maestria con cui Schubert riesce a rendere cantabile qualsiasi situazione interiore dell'animo umano.
Seguono due pezzi più frizzanti e allegri: Gnomenreigen, il primo dei "Zwei Konzertetuden" di Franz Liszt, che si può tradurre come "Danza degli gnomi", e il Valzer op.64 n.1 di Frédéric Chopin.
Per finire, lasciamo l'ultima parola al Liszt delle "Harmonies Poétiques et Religeuses", di cui si eseguirà "Funérailles", il settimo brano della raccolta, scritto come conseguenza della rivoluzione in Ungheria del 1848, in cui i richiami al dramma della perdita dei cari in guerra, alla marcia militare e a quella funebre sono magistralmente trasposti in musica dal virtuoso ungherese.

 

L’appuntamento, ad ingresso gratuito, sarà seguito da un piccolo rinfresco.
Vorremmo cogliere l’occasione di ringraziare tutti voi per la vostra affettuosa e numerosa presenza alle nostre attività estive. Siamo sempre molto riconoscenti del vostro sostegno e calore, che ci colpisce sempre profondamente con grande gioia!

Vi aspettiamo con affetto

Francesco, Cristina, Antonello

 

 

 

Homepage
Chi siamo
Come raggiungerci
Iscriviti alla News Letter

Come associarsi

Statuto

Contatti
Partner
Sull'altopiano..........
 
 
STAGIONE ESTIVA 2016
corsi e masterclass 2016
Appuntamenti precedenti 2016
PASSATE STAGIONI
 

 

Si consiglia una frequente visita al nostro sito
per essere prontamente aggiornati su tutti gli appuntamenti

Ultimo aggiornamento 7 dicembre 2016 ore 12.10

La programmazione potrebbe subire variazioni per cause non dipendenti dalla nostra volontà